venerdì 22 aprile 2016

Sbaglia come un artista

Sono una pessima artista. Sbaglio in continuazione.
Sto bene ragazzi e non mi sto autocommiserando. Anzi, vi invito in questo post e poi capirete il perché di questa frase.


L'altro ieri avevo ricondiviso su Facebook il disegno di una mia Andriade e ridendo e scherzando con un amico mi è venuta in mente di fare un'Andriade che sia una Sibilla. Sapete quelle profetesse del mondo antico che stilavano responsi e oracoli dal contenuto criptico e non sempre chiaro.
E così ieri sera, mentre stavo aspettando che iniziasse il corso di teatro, ho disegnato questa figura.
nota: Andriade è un termine che ho ideato. E' una commistione tra "andros" (uomo, inteso ovviamente in generale) e driade che è una ninfa degli alberi.



lunedì 18 aprile 2016

Domande per voi sul mondo di Aulonia

La storia di Aulonia procede anche se l'ultimo post è datato 27 gennaio 2016 e state pur certi che non ho intenzione di abbandonarla.
Questa volta vi propongo un'iniziativa ovvero di rispondere a delle domande che vi farò.
Non saranno tanto delle domande per testare il gradimento (anche se magari mi potrebbero essere utili) ma più che altro un modo per farvi entrare nel suo mondo.
Per leggere la sua storia nell'esatto ordine andate qui. Per facilitare meglio la comprensione ho numerato i post. Dopo aver letto quella pagina, andate sul fondo e cliccate su "Post più recenti" e continuate così finché non arrivate al post numero 59.
Tranquilli, i post non sono molto lunghi.
Può essere utile anche ai vecchi lettori per rinfrescare la memoria.

Avvertimento: se ti inoltri solo adesso nel suo mondo, non guardare le domande adesso perché ci sono degli spoiler.





venerdì 15 aprile 2016

Biancaneve di Michelangelo Rossato (+ intervista)

Ormai lo sapete: vado pazza per le fiabe e le reinterpretazioni mi piacciono. A patto che abbiano senso.
Purtroppo non lo si può dire per diversi film che stanno uscendo.
I libri illustrati, in questo caso, possono riservare certe sorprese.
Appena ho visto la copertina della versione di Biancaneve di Michelangelo Rossato, me ne innamorai subito alla follia e quando lessi questo post, avevo una sola azione da fare: dovevo prendere questo libro a tutti i costi.





Così feci domenica e alla sera lo sfogliai poco prima di dormire.
Rimasi stregata dalle illustrazioni e mi sentivo tanto un'esploratrice nello scoprire i simboli delle forme e dei colori oppure nel vedere i tanti rimandi ad alcune popolazioni antiche come nel caso delle pettinature.
Per esempio Biancaneve ha un'acconciatura che ricorda le donne della popolazione amerinda degli Hopi


di Edward S. Curtis



Così contattai l'autore per fargli i miei complimenti e per chiedergli se accettava di essere intervistato da me.
Ecco qui.



Mi trovo qui con Michelangelo Rossato autore e illustratore di Biancaneve edito da il Gioco di Leggere Edizioni. Raccontaci di te Michelangelo e di come hai iniziato ad appassionarti alle fiabe.


Ciao a tutte e a tutti. Mi chiamo Michelangelo Rossato, sono nato vicino a Venezia e fin da bambino ho sempre avuto un grande amore per le immagini dei libri, soprattutto le illustrazioni delle fiabe classiche. Tra i miei primi ricordi ci sono le incisioni di Dorè delle fiabe di Perrault e una splendida Biancaneve illustrata da Kubasta.







giovedì 14 aprile 2016

Clizia di Alessandro Lonzi (Mediometraggio)

Quest'anno partecipo a diversi progetti e in uno di questi faccio la comparsa.
Si tratta del mediometraggio di Alessandro Lonzi intitolato Clizia.



(tratto dalla pagina Facebook)



Di lui e della sua arte ve ne ho parlato altre volte sul mio blog (vedi qui. qui e qui).
Chi è Clizia?
(da Wikipedia) Clizia è una ninfa della mitologia greca. Ripudiata dall'amato, il Sole, viene raffigurata nelle vesti di una fanciulla piangente oppure mentre si compie la sua trasformazione in girasole anzi per la precisione in Eliotropio tipo di pianta conosciuta ai tempi dei Greci.
Clizia è una delle giovani amate dal Sole. Il dio però si innamora di Leucotoe, figlia del re Orcamo, e, assunte le sembianze della madre della ragazza, si introduce nella sua stanza e la seduce. Ingelosita e offesa, Clizia riferisce l'accaduto al padre di Leucotoe, che, in preda all'ira, ordina di seppellire la figlia viva in una buca profonda. Disperato, Apollo cosparge il luogo della sepoltura di un nettare profumato; dalla terra inumidita nascerà la pianta dell'incenso. Clizia, ripudiata da Apollo, passa i giorni a seguire con lo sguardo il percorso del carro del Sole, finché, consumata dal dolore, si trasforma in girasole, il fiore sempre rivolto verso il Sole.




di Evelyn de Morgan, 1887


mercoledì 6 aprile 2016

Mostra "I volti e la storia" di Biagio Piccolo a Ravenna

Qualche giorno fa sono stata contattata via e-mail da Alessandra Maltoni per chiedermi una collaborazione e io sono sempre emozionata in ciò.
Dice di aver visto il mio blog e che le piacerebbe un mio interessamento al suo Centro Servizi Culturali (qui la sua pagina FB) informandomi anche di una mostra in via Massimo d'Azeglio, 2.
Bene, ci incontriamo.
Mi fa sapere che ha letto la mia intervista fatta alle libraie della libreria Momo.
Tutto ciò mi riempie di orgoglio e le chiedo di parlarmi di questo Centro che ha.
Mi risponde che l'ha aperto proprio da poco dopo varie esperienze nella didattica e il suo intento è creare una scuola privata con corsi sulla cultura e sulle lingue.
Intanto, si prodiga anche nella presentazione di eventi e mostre come a questa che mi ha invitato.
Entrare è stato come essere accolta dal colore.





domenica 3 aprile 2016

La trilogia del limite, di Suzy Lee

Da domani sarà gran festa per il mondo dell'illustrazione: si apre la Fiera del Libro per Ragazzi (o Bologna Children's Book Fair, qui il sito).
Anche quest'anno starò qui a casa. L'ultima volta, che è poi la seconda in tutto, che ci sono andata è stata due anni fa.
Intanto però desidero parlarvi di un libro che secondo me spiega perfettamente il lavoro dell'illustratore ovvero La trilogia del limite di Suzy Lee, autrice e illustratrice coreana.



martedì 29 marzo 2016

Innocenza


di Laura Makabresku


Parlare di innocenza in questi tempi.
Sarò ingenua? Sentimentale? No, consapevole.
L'innocenza non è solo il contrario di colpevolezza.
Non è solo una qualità che appartiene ai bambini, ignari di come possa essere il mondo.
Negli archetipi, l'Innocente è il punto di inizio del viaggio dell'Eroe.
E' l'apertura, la fiducia nel mondo ed è facile vedere in ciò un bambino, ma per proseguire il suo viaggio, l'innocente dovrà assaggiare sperimentare il mondo e assaggiare così l'amarezza.
Molte volte si parla appunto della perdita dell'innocenza e nelle fiabe spesso viene rappresentata nel perdersi nel bosco e/o affrontare il personaggio cattivo o comunque l'antagonista.
Quindi poi l'innocenza sarà perduta per sempre?



                                                                     di Laura Makabresku

Io non direi.


venerdì 25 marzo 2016

Il sogno nei film

Qualche giorno fa sono stata contattata da Ottavia Salzano chiedendomi se sapevo dire 5 film che parlano di sogni anche lucidi.
Lei ed altri visitatori di Sognipedia hanno stilato una classifica con cinque film.
Eccola qua.
In fondo poi si trovano i riferimenti ai macchinari usati nelle trame del film e curiosità

Di alcuni film non posso parlare come Vanilla Sky, Paprika (ma prima o poi questo lo guarderò) e The cell perché non li ho visti.
Di Fino alla fine del mondo ho proprio dei flash perché l'ho visto che ero bambina al cinema.
Posso invece parlare di Inception.




mercoledì 23 marzo 2016

Il canto del mare (il seguito)

"E poi? Che succede?"
Di solito capita che dopo aver letto una storia, la fine non sia abbastanza. Si vorrebbe sapere di più.
E così mi è capitato con questo mio racconto che ho scritto per un giveaway.
Spesso chi leggeva mi diceva che desiderava sapere cosa è successo poi a questa donna, al bambino.
All'inizio volevo lasciare il finale aperto, ma poi visto alcune richieste (detta così poi sembra che erano chissà quante persone), ho voluto realizzare un finale.
All'inizio ci volevo mettere di mezzo l'amore ovvero che lui, grazie a questo canto, trova la donna della sua vita ma alla fine mi sembrava scontato e così ho scritto questo.
Spero vi piaccia e... Buona lettura


giovedì 17 marzo 2016

Intervista alle libraie di Momo

La notizia di una futura apertura della Libreria per ragazzi Momo (il nome prende dal libro omonimo di Michael Ende, già autore del celeberrimo La storia infinita) non mi era passata inosservata anche perché conosco da alcuni anni Sara Panzavolta, una delle libraie assieme ad Alice Keller e Veronica Truttero.
In più questa notizia era già stata accolta con gioia da alcune case editrici come la Topipittori, una delle case editrici specializzate per l'infanzia e che costituisce un'autentica gemma, un'eccellenza nell'editoria italian) con questo post dove le tre ragazze si raccontano.
Inoltre, da quando ho iniziato a fare corsi di illustrazione (prima con Simone Rea, poi con Morena Forza e Alessandra Fusi e infine, per ora, con Daniela Volpari), avevo interesse enorme di voler portare qui a Ravenna l'illustrazione, fare in modo che nella mia città potessero venire illustratori e fare corsi di illustrazione. Ma mi veniva detto che da sola era molto difficile, che sarebbe stato meglio cercare un'associazione al quale appoggiarmi e infine si è riaffacciato ancora nella mia vita il teatro.
Comunque conservo ancora questo sogno.
Quindi quando ho sentito di questa libreria, la mia gioia era a mille.


La Libreria è a Ravenna in via Mazzini, 36. Tra l'altro via molto conosciuta da me perché poco lontano c'era anche la Galleria Art Studio Em di Marcela Vrzalova dove nel 2004, a 21 anni, ho tenuto la mia prima mostra personale ed altre ancora.
Dico c'era perché purtroppo ora è chiusa.
Sabato 5 marzo, giorno dell'inaugurazione.
Arrivo puntuale e già c'è la folla. 
Non riesco molto a parlare con Sara e così parlo con Veronica ovvero di qualcosa che avevo pensato di realizzare a loro: un'intervista.
Le ho detto di questo mio blog, appunto Farfalle eterne, dove parlo anche di illustrazione e dei bambini e mi piacerebbe molto intervistarle.
Bene, dopo essermi ripresentata in un altro giorno, così per accordarci meglio, arriviamo a ieri.
Prima però vi lascio con alcune foto che ho realizzato alla libreria.








Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...