domenica 21 agosto 2011

Salvador Dalì e Philippe Halsman

Ci sono incontri tra artisti anche diversi dai quali nascono opere che poi cambiano il mondo e un esempio è l'incontro tra Salvador Dalì e Philippe Halsman.
Pittore il primo (anche se le sue opere toccano vari campi dell'arte) e fotografo il secondo si incontrarono nel 1941 e si  unirono per portare il Surrealismo anche nelle foto.

Ecco la foto che viene ricordata per aver cambiato il mondo della fotografia:


Dalì Atomicus, 1948
e qui sotto come è stato realizzato


Ci vollero 28 tentativi perché Halsman sia soddisfatto del risultato. Il titolo si riferisce alla Leda Atomica, un dipinto di Dalì, che si vede raffigurata sulla destra.



Altre foto:




Ritratto di Dalì


Voluptas Mors, 1951

Piccola nota: la parte con le donne nude che formano un teschio è stata utilizzata sulla locandina del film Il Silenzio degli Innocenti. Ecco il dettaglio in questione:





Dalì in un uovo, 1942
piccola nota: l'uovo è uno dei simboli prediletti di Dalì. L'ha usato molte volte nei suoi dipinti come potete vedere qui


Dalì e il rinoceronte, 1956




E non dimentichiamo la serie del 1954 dei Baffi di Dalì, uno dei suoi segni distintivi. Queste sono alcune delle foto realizzate













Come si può dedurre dalla prima foto, la levità e il momento in cui scattare erano molto amati da Helsman e Dalì e così crearono altre foto simili anche se non si possono comparare a quella precedente per la complessità e la sincronia dei movimenti:



Nude Popcorn, 1949


Dalì con tre ragazze, 1949


Ma Halsman utilizzò il salto anche per altre foto che non riguardano Dalì..
Infatti lui è noto come il fotografo che fece saltare celebrità e non solo anche capi di potere, scienziati e persino nobili.



Grace Kelly, 1959


Brigitte Bardot, 1951


Audrey Hepburn, 1955


Richard Nixon, 1955


 I Duchi di Windsor Edoardo VIII e Wallis Simpson, 1956 


Donald O' Connor, 1952


Sophia Loren, 1959


Professore J. Robert Oppenheimer, 1958


Tamara Toumenova, 1953


Eva Marie Saint, 1954


Dean Martin e Jerry Lewis, 1951


Marilyn Monroe, 1959


Marilyn Monroe, 1959


Marilyn Monroe con Philip Halsman, 1951



Non c'è nessun intento di creare una sincronia di movimenti e di fotografare il momento perfetto, ma solo di farli saltare e fotografarli nell'esatto momento in cui stanno raggiungendo l'apice del salto.
Alla fine col salto si "spogliano" dei ruoli e raggiungono uno stato di fanciullezza o meglio...


L'atto del saltare rivela la vera natura.
Philippe Halsman



9 commenti:

  1. Che belle... adoro queste foto di Dali'!
    E sono bellissime anche le foto dei salti... wow, quelle di BB e d Audrey sono favolose!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Anch'io le trovo favolose. A me piace anche quella di Eva Marie Saint sebbene abbia un'altra atmosfera: è più sognante. Mentre quelle di BB e Audrey sprizzano davvero gioia.

    RispondiElimina
  3. Una pietra miliare per la storia dell'arte.

    complimenti per la ricerca iconografica

    http://nonsidicepiacere.blogspot.com/

    RispondiElimina
  4. Beh grazie. Diciamo che per me è un piacere fare queste ricerche anche perché a volte scopro cose che non sapevo.

    RispondiElimina
  5. Concordo :)

    Grazie per essere passata.

    RispondiElimina
  6. La prima foto della serie baffi di Dalì, quella in acqua, non è di Halsman, è di Jean Dieuzaide :)

    RispondiElimina
  7. Ti ringrazio. Ho tolto la foto. Se vuoi ritornare, sei il benvenuto. Ti chiedo però di mettere il tuo nome alla fine del commento o anche un nick va bene se decidi di usare la funzione Anonimo.

    RispondiElimina
  8. Ciao articolo molto interessante che mi è capitato di trovare scrivendo di qualcosa di simile, riporterò il link del tuo articolo nel mio in modo chi voglia approfondire lo possa fare :)!
    ti segno qui il mio blog se vuoi farci un giro :)
    creativeprojectformedarte.wordpress.com

    RispondiElimina

Grazie per i commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...