venerdì 27 settembre 2013

Vestirsi d'acqua

Ieri prendo una rivista e leggo di questo trend: il seapunk.
In effetti avevo notato quest'invasione di acqua, di colori turchesi e opalescenti e questo mi ha fatto ricordare quando vidi in tv la collezione di Alexander McQueen, credo l'ultima prima della sua morte avvenuta nel 2010.
Molti lo ricordano per i teschietti, io invece mi ricordo della meraviglia che mi ha suscitato nel vedere questi vestiti:






Le donne un giorno torneranno all'acqua.
Così dicono alcune fiabe e leggende.
Non possono resistere al richiamo dell'acqua.
Intanto cerchiamo di non sentire la mancanza.


Oyster dress, 2003, sempre di Alexander McQueen


Sea glass dress di Diana Dias Leao


Blumarine, Autunno 2012


Alberta Ferretti, Primavera/Estate 2013


The Blonds, Primavera/Estate 2013

Immaginiamoci di essere così, magari portiamo qualche dettaglio, un particolare, e non solo con la moda.



Léa Seydoux
dal film La vie d'Adèle


di Jenny Strebe 




La sirenetta, film russo del 1976

E anche nell'amore torneremo all'acqua





Acqua che, come seta iridescente, veste il corpo dandogli sfumature opalescenti.
E dall'acqua riaffiorano ricordi, segreti.


Quello che vidi in acqua di Frida Kahlo





"Vestiamoci" d'acqua e torniamo così a "casa".
Torniamo alla nostra acqua.






Devo essere una sirena. Non ho paura della profondità e ho una grande paura della vita superficiale.
Anais Nin

2 commenti:

  1. L'acqua non è il mio elemento preferito, però mi è piaciuto il tuo post.

    RispondiElimina

Grazie per i commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...